Come fare per


RILASCIO CERTIFICATO DEI CARICHI PENDENTI

COS'E'

I certificati dei CARICHI PENDENTI  sono atti amministrativi che riportano i procedimenti
penali pendenti, ascritti  ad una persona fisica, con la presenza del  decreto di citazione a giudizio, o una richiesta di rinvio a giudizio o una richiesta di decreto penale di condanna.

I CERTIFICATI DEI CARICHI PENDENTI contengono, inoltre,  le udienze fissate e tenute,
in ogni ordine e grado di giudizio, sia in primo grado, che in Corte di Appello e Cassazione con l’esito delle udienze.

Tali certificati riportano anche i procedimenti in corso presso le Procure Distrettuali Antimafia
( DDA ).


I SOGGETTI LEGITTIMATI ALLA RICHIESTA

Possono richiedere il certificato dei carichi pendenti:
1 ) La Pubblica Amministrazione e gli enti parastatali;
2 ) le Persone Fisiche: il cittadino italiano che un cittadino straniero-immigrato, residente o domiciliato nel territorio di competenza del Tribunale di Trani ( Trani-Barletta-Bisceglie-Molfetta-Corato-Andria-Ruvo di Puglia-Terlizzi ), in attesa che sia istituto il Casellario Nazionale dei carichi pendenti.
Il certificato dei carichi pendenti richiesto da persona fisica residente in una città non rientrante nella competenza del Tribunale di Trani riporterà la dicitura: "Il presente certificato attesta esclusivamente i carichi pendenti del richiedente presso la Procura di Trani".

Sussistono casi particolari di richieste dei certificati dei carichi pendenti:
1 ) la richiesta per i gli interdetti o soggetti con amministratore di sostegno deve essere presentata dal tutore o dall'amministratore di sostegno previa esibizione del decreto di nomina da parte del Giudice del Tribunale-sezione civile ( volontaria giurisdizione );
2 ) la richiesta per la persona detenuta in carcere o sottoposta a collocamento in una Comunità terapeutica deve essere trasmessa dalla casa circondariale, dov'è ristretta o mediante spedizione postale o telematica, con firma autenticata dal direttore dell'istituto penitenziario; analogamente per la persona fisica collocata in una Comunità.

Sussistono casi particolari di richieste dei certificati dei carichi pendenti:
1 ) la richiesta per i gli interdetti o soggetti con amministratore di sostegno deve essere presentata dal tutore o dall'amministratore di sostegno previa esibizione del decreto di nomina da parte del Giudice del Tribunale-sezione civile ( volontaria giurisdizione );
2 ) la richiesta per la persona detenuta in carcere o sottoposta a collocamento in una Comunità terapeutica deve essere trasmessa dalla casa circondariale, dov'è ristretta o mediante spedizione postale o telematica, con firma autenticata dal direttore dell'istituto penitenziario; analogamente per la persona fisica collocata in una Comunità.


COSA OCCORRE

1. Modulo C1, rinvenibile nella voce MODULISTICA del sito web della Procura della Repubblica di Trani, da compilare nei campi richiesti, specificando il motivo per il quale lo si richiede, e più particolare, se necessita per un lavoro in un paese dell'Unione Europea o extraeuropea e quale esso sia per l'apostilla o legalizzazione da allegare al certificato dei carichi pendenti.
 
2. Copia documento di identità o passaporto, da allegare al modulo per la richiesta, sia per il cittadino italiano che straniero residente nel territorio di competenza del Tribunale di Trani;

3. Una marca da bollo da euro 16,00 ( Legge n. 71/2013 ) con una marca per diritti di cancelleria da euro 3,92 ( Decreto Ministeriale 9.7.2021 ) o un'unica marca da bollo da euro 19,92 se il certificato è  richiesto senza urgenza.
Se richiesto con urgenza la marca da bollo necessaria è di euro 23,84, sempre in un'unica marca da bollo o con 1 marca da euro 16,00 e n.2 marche per diritti di cancelleria da euro 3,92.
   
4. La richiesta dei carichi pendenti può essere fatta anche da persona –familiare o amico/a che dovrà allegare il modulo della delega, rinvenibile sempre nel sito web della Procura della Repubblica di Trani nella voce MODULISTICA, compilato e munito della copia del documento di identità della persona delegata e del delegante.


TEMPI DI CONSEGNA

senza  urgenza:  dopo 6 giorni lavorativi;
con urgenza: 3 giorni lavorativi.

Certificato carichi pendenti per uso EMIGRAZIONE è stato sostituito dal certificato per uso AMMINISTRATIVO assoggettato all’imposta di bollo ( nota Ministero della Giustizia 24.4.2015 0066034.U del 24.4.2015 );

ESENZIONE TOTALE:
Sussistono casi di esenzione dal pagamento delle marche da bollo e/o anche da diritti di cancelleria:
1) Certificati carichi pendenti rilasciati per uso esibizione in procedure di adozione sono esenti sia da marca da bollo da euro 16,00 che del diritto di cancelleria per euro 3,92 ( art.82 Lg. 184/1983 ).
2) Certificati carichi pendenti rilasciati esclusivamente per iscrizione a ruolo di procedimenti civile di separazione e/o divorzio;
3) Certificati carichi pendenti rilasciati esclusivamente per iscrizione a ruolo di procedimenti in materia di lavoro, previdenza sociale ed assistenza obbligatoria ( art.10 Lg. 533/1973 );
4) Certificati carichi pendenti rilasciati esclusivamente per iscrizione a ruolo per l'istanza di riparazione per ingiusta detenzione ( art.176 disp. att. cpp );
5) Certificati carichi pendenti rilasciati esclusivamente per la presentazione del ricorso avverso il provvedimento di rigetto di ricongiungimento al coniuge straniero;
6) Certificati carichi pendenti richiesti da associazioni Onlus e/o di volontariato:  al modulo C1 deve allegarsi lo Statuto e/o l'atto costitutivo comprovante l'attività di loro competenza non lucrativa e di utilità sociale e la prova della necessità che l'Ente si avvalga in modo determinate e prevalente delle prestazioni personali, volontarie e gratuite dei propri aderenti.
Altri casi di esenzione dal pagamento dell'imposta di bollo per il rilascio del certificato dei
carichi pendenti sono disciplinati nella tabella-allegato B ) del DPR 642 del 1972.
 
Validità del certificato: 6 MESI DALL'EMISSIONE.